Cinque cessioni a gennaio!

Un disavanzo che l’Inter si porta dietro dall’ultima sessione invernale di mercato e che costringerà la società nerazzurra a fare delle scelte forzate sul mercato in uscita nel corso del prossimo mercato invernale. Secondo il Corriere dello Sport l’obiettivo dato dal presidente Erick Thohir al ds Piero Ausilio è quello di rimettere in pareggio il bilancio del mercato, attualmente in rosso di 7 milioni di euro, anche per accontentare la UEFA e i suoi revisori dei conti in ottica Fair Play Finanziario.

IN 5 VERSO L’ADDIO – Per evitare di toccare una rosa divenuta solida e completa perlomeno nei 15/16 titolari scelti di volta in volta da Mancini, Ausilio sta provando a piazzare in uscita i giocatori meno utilizzati cercando prestiti anche onerosi per giocatori come Dodò, Manaj e Gnoukouri. Montoya, nonostante l’utilizzo nelle ultime due partite, vedrà il suo prestito in nerazzurro interrompersi per evitare di incappare in un obbligo di riscatto che l’Inter non può permettersi e consentirà al club nerazzurro di risparmiare il suo ingaggio e infine si proverà a cedere il cartellino di quei giocatori che sono scontenti del proprio utilizzo come Andrea Ranocchia o che potrebbero portare una notevole plusvalenza a bilancio in caso di super offerta (Brozovic va ancora pagato alla Dinamo Zagabria).