Confronto Inter-De Boer: basta figuracce

L’Europa sarebbe dovuta essere il trampolino per lanciare in alto la nuova Inter, ma fino a questo momento si è rivelata un grande flop.

L’Inter ha conquistato zero punti in due partite contro Hapoel Beer Sheva e Sparta Praga, un bilancio deprimente che ha fatto arrabbiare la proprietà cinese.

Nel mirino c’è il turnover di Frank De Boer, giudicato eccessivo: le riserve non si sono dimostrare all’altezza e contro il Southampton sarà necessaria un’inversione di tendenza, perché l’Europa League viene considerato un obiettivo stagionale.

E’ questo che il vicepresidente Zanetti e il direttore sportivo Ausilio hanno spiegato a De Boer nel confronto diretto alla Pinetina. Confronto che ha visto protagonisti anche lo stesso De Boer e la squadra prima dell’allenamento di ieri.

“Se vado a fondo è un fallimento di tutti”, avrebbe detto De Boer ai suoi giocatori come riportato sulla ‘Gazzetta dello Sport’. Il tecnico si aspetta subito una risposta a cominciare dall’importante sfida contro la Roma.

De Boer ha ammesso nel post partita di Praga di avere la testa al campionato e lo dimostra il fatto che l’Inter scenderà in campo all’Olimpico con una formazione per sette undicesimi differente rispetto a quella di Europa League.

A centrocampo tornerà Joao Mario, mentre in difesa ci sarà l’imprenscindibile Miranda. Il primo non potrà essere utilizzato in Europa, il secondo sì: non è dunque da escludere che il colombiano contro il Southampton ci sarà, in una sfida che rischia di risultare già decisiva per il futuro di De Boer.

FONTEgoal.com