Che Brozovic! Il Barcellona osserva

L’Inter ha un protagonista a sorpresa: Marcelo Brozovic. A sorpresa, perché a inizio stagione non giocava mai. Mancini aveva trovato la quadratura del cerchio senza di lui, ma con Kondogbia, Melo e Guarin. Poi, con Murillo-Miranda titolari e l’avanzamento di Medel, sono iniziati gli esperimenti: abbandonato il 4-3-1-2, c’è stato spazio sia per la difesa a tre che per il 4-4-1-1. Brozovic si è riscoperto fondamentale: contro la Juve ha colpito una traversa giocando da esterno, contro il Bologna è stato un uomo in più con la squadra in dieci e ha dato il via al gol di Icardi lanciando Ljajic, contro la Roma, ieri, è stato ancora tra i migliori in campo, rischiando anche di segnare in mezza rovesciata. Brozovic ha dato quella qualità che mancava al centrocampo dell’Inter, senza far mai mancare corsa e quantità.

L’INCONTRO – Brozovic non giocava, iniziava a esserci un po’ di preoccupazione da parte del giocatore. Il suo entourage, però, arrivato in Italia dopo la sosta per le nazionali, ha incontrato Ausilio ed è tornata la serenità. Non che prima ci fossero, problemi, anzi, Brozo aspettava e meritava solo una chance. Quando l’ha avuta, non l’ha sprecata. Anche se è presto per parlare di rinnovo, sarà un discorso da affrontare il futuro, non se n’è ancora discusso. Il suo presente – e futuro – è all’Inter, perché dalla Dinamo è in prestito ma con obbligo di riscatto, una formula voluta da Ausilio solo questioni economiche, il giocatore di fatto è nerazzurro.

BRAIDA OSSERVA – In estate Brozovic ha ricevuto diverse rischieste, è sempre piaciuto, ancora prima che arrivasse all’Inter, a diversi club inglesi, che ora aspettano la prossima estate per passare, eventualmente, all’attacco. Da indiscrezioni che ci arrivano dalla Spagna, lo osserva il Barcellona, nella figura di Ariedo Braida, che segue molto da vicino il calcio italiano. È uno dei giocatori tenuti sotto osservazione in Serie A, come i due del Sassuolo Vrsaljko e Berardi. Il centrocampista croato è del ’92, è uno dei giovani profili monitorati. Rakitic potrebbe spendere una buona parola per lui come successo con Modric per Kovacic al Real. Quanto vale Brozovic? Più dei 12 milioni offerti dal Lione in estate. Questa era stata la proposta ufficiale arrivata all’Inter, ma che era stata rifiutata sia dal giocatore che dalla società. Brozovic vale di più, ma l’Inter non ha fatto un prezzo perché non intende venderlo. È il suo momento, per la felicità di tutti: giocatore, allenatore, società e, soprattutto, tifosi.