Cesena-Inter 0-1: decide Icardi su rigore

Icardi
Icardi

Dopo il pareggio a reti bianche con il St. Etienne in Europa League, l’Inter riparte dalla Serie A. Avversario di questa ottava giornata è il Cesena di Pierpaolo Bisoli, che ospita i nerazzurri al “Manuzzi”. Mazzarri schiera Handanovic tra i pali, mentre in difesa, oltre al rientrante Hugo Campagnaro ci sono il Capitano Andrea Ranocchia e Juan Jesus. Cinque gli uomini a comporre la linea di centrocampo con Joel Obi e Dodò sulle fasce, Hernanes e Mateo Kovacic interni e Gary Medel come perno. In attacco scelte obbligate con Palacio e Icardi a comporre il duo offensivo.

I primi trenta minuti, anche per via di un Cesena ben messo in campo, sono piuttosto monotoni. I nerazzurri infatti, pur facendo la partita, non riescono a rendersi pericolosi in zona offensiva con Icardi e Palacio costretti ad arretrare per ricevere palla. La partita però, proprio alla mezz’ora, segnala un episodio che potrebbe rivelarsi decisivo: Hernanes serve un bellissimo pallone in area a Rodrigo Palacio che si ritrova nell’uno contro uno con Leali. l’estremo difensore romagnolo in uscita lo travolge, e Mazzoleni non ha dubbi: rigore per l’Inter ed espulsione per il portiere bianconero nonostante le veementi proteste dei suoi compagni di squadra. Si incarica della battuta Maurito Icardi. Dagli undici metri il numero nove nerazzurro non sbaglia e oltre a siglare il suo quarto gol in campionato (non segnava dalla seconda di campionato) porta l’Inter in vantaggio.

La squadra di Bisoli però, nonostante l’inferiorità numerica, non demorde e si riversa in avanti alla ricerca del pareggio. Così facendo riesce a creare due nitide occasioni da gol, proprio poco dopo il vantaggio interista. La prima con Cascione, che non inquadra la porta con un destro al volo su cross di Renzetti, e la seconda con Djuric, che con un bel colpo di testa impegna severamente Samir Handanovic, bravissimo in questa circostanza. Dopo questi tentativi sventati, il primo tempo, dopo due minuti di recupero, termina. La partita è ancora apertissima, perché il Cesena nonostante, l’uomo in meno, sembra intenzionato  a dare del filo da torcere all’Inter, che a sua volta deve rivedere qualcosa. Infatti, salvo la buona volontà, specialmente da parte di qualche giocatore, non si sono viste grandi giocate.

Il secondo tempo vede il Cesena riversarsi a testa bassa nella metà campo dei nerazzurri che provano a contenerne la furia agonistica e a ripartire. Le occasioni fioccano da entrambe le parti, con Handanovic e Agliardi costretti ad alcuni importanti interventi. Il primo soprattutto su Cascione al settantesimo, disinnescando un  pericoloso destro del giocatore del Cesena. Agliardi invece compie una doppia grandissima parata su Icardi prima e Palacio poi in piena zona recupero. E dopo aver frustrato tutte le velleità finali del Cesena, l’arbitro manda tutti sotto la doccia. Cesena-Inter 0-1 il finale.

Inter che torna a vincere dopo un mese, con cinismo, sfruttando di fatto l’unica grande occasione, il calcio di rigore realizzato da Icardi. Buone indicazioni anche da Hernanes che sta ritrovando la condizione migliore ed è stato molto nel vivo del gioco. Certo, occorrerà sicuramente di più, soprattutto con altre squadre più blasonate, ma questa vittoria è senz’altro una boccata d’ossigeno.