C’è la chiave per liberare Mustafi

Inter soddisfatta sul campo dopo il successo sulla Roma all’Olimpico, ora i nerazzurri si rituffano sul mercato: Ausilio e Sabatini al lavoro su Keita, ma tra le priorità resta l’acquisto di un difensore centrale da regalare a Spalletti. Il nome in cima alla lista è cerchiato in rosso: Shkodran Mustafi, già passato in Italia con la maglia della Sampdoria e ora all’Arsenal. L’Inter ha scelto il tedesco classe ’92 ed è pronta a un importante sforzo economico per lui: contratto da 3,5 milioni di euro netti a stagione, c’è il sì del papà-agente, manca invece l’intesa con il club londinese.

WENGER CERCA IL SOSTITUTO – I nerazzurri sono al lavoro per convincere i Gunners, sul piatto il prestito biennale oneroso con diritto di riscatto pronto a diventare obbligo a determinate condizioni, per una cifra superiore ai 25 milioni di euro. Wenger non ha chiuso completamente la porta alla cessione di Mustafi, anzi, i suoi ultimi movimenti lasciano intendere che il timore di perdere il tedesco sia concreto: oltre ad aver aggregato Chambers infatti l’Arsenal si sta muovendo per cercare un sostituto e dopo il nome di van Dijk si è fatta forte la candidatura di Johnny Evans del West Bromwich Albion. Qualora i Gunners riuscissero a chiudere per il centrale ex United allora potrebbe arrivare il via libera per Mustafi all’Inter.

LE ALTERNATIVE – Curiosamente, Evans è la chiave per sbloccare anche la prima alternativa a Mustafi, Eliaquim Mangala: anche il Manchester City infatti è sulle tracce del difensore del WBA e se fosse Guardiola ad aggiudicarselo ecco che potrebbe cambiare la situazione, con il tedesco dell’Arsenal bloccato e Mangala invece libero di vestire la maglia nerazzurra in prestito annuale. E l’intreccio si arricchisce, perché per sostituire Evans il West Bromwich pensa a Mahmadou Sakho del Liverpool, terza scelta dell’Inter per la difesa. Mustafi, Evans, Mangala, Sakho: ecco l’intrigo di mercato che può regalare un nuovo centrale a Spalletti.