L’attesa è finita, torna il campionato!

L’attesa è finita.

L’estate è stata lunga, ma, come tutte, è volta quasi al termine.Per molti sono state settimane di attese, di speranze, di delusioni, di noia o di rabbia, intervallate da qualche amichevole di lusso e da un derby “all’americana”, vinto. Ma domani, finalmente, si ricomincia. E’ ora di dar voce al campo e  zittire le tante voci che girano su una squadra che sembra non convincere nessuno.

Il Campionato scorso non si è concluso nel migliore dei modi: prima l’esonero turbolento di Stramaccioni e poi l’arrivo di Mazzarri, il quale in questi mesi s’è dimostrato un allenatore dal polso duro, ma in grado di valorizzare i giocatori nel suo modulo d’eccellenza, il 3-5-2. Da domani, per fortuna, avremo la possibilità di rimediare agli errori del passato, di imparare e migliorare dagli stessi.  La possibiltà di renderli solo un vago ricordo.

Il calciomercato, d’altronde, non è stato per niente entusiasmante, nessun top player, nessun giocatore particolarmente rinomato, ma tanti, tanti giovani (che tra l’altro stridono con le ideologie del nuovo mister). Eto’o è sempre alla porta, o meglio, vogliono far credere che sia così, giusto per sottolineare, magari a mercato concluso, l’incapacità dei nostri dirigenti nel raggiungere uno come Eto’o. Ma tanto siamo abituati anche a questo.

Mercato a parte, a breve ci saranno grandi rientri, quelli d’eccellenza. Nella stagione scorsa troppi infortuni, troppe rinunce, troppi “senatori” che hanno lasciato il campo in anticipo. Ma le notizie liete arriveranno pian piano… Per molti nerazzurri, infatti, la stagione è iniziata oggi alle 15, quando il Principe Milito ha pestato di nuovo l’erba, di nuovo il campo da gioco, dopo sei mesi da quel terribile infortunio. Il Capitano è sulla strada della guarigione e per dicembre è atteso anche lui.

Probabilmente la squadra non è ancora pronta per cominciare, ma noi ci saremo, come sempre. Sarà un’altra annata difficile, con tante avversarie e tanti nuovi e grandissimi giocatori che renderanno la stagione avvincente. Il nostro obiettivo minimo è il terzo posto, lo sappiamo tutti e così dovrà essere. Non c’è più possibilità di fallimento, nè dovrà ripetersi una stagione come quella passata.

Questo dovrà essere l’anno zero, l’anno del riscatto, l’anno della rivincita e del ritorno nell’Europa che conta. , per cui voglio sperare che: the best is yet to come!


Buona stagione a tutti!