Campagnaro individua pregi e difetti dell’Inter

L’avvio di campionato ha fatto schizzare verso l’alto le quotazioni della nuova Inter di Walter Mazzarri, ma secondo Hugo Campagnaro c’è ancora da colmare un certo gap tra la formazione nerazzurra e le squadre candidate per la lotta allo Scudetto.

Il difensore argentino, a margine di un evento svoltosi a Milano, ha sottolineato: “L’Inter parte leggermente indietro rispetto alle più forti del campionato, sulla carta abbiamo qualcosa in meno ma proprio per questo con sacrificio e voglia dovremo dare di più. Diciamo che Juventus e Roma hanno qualcosa in più nella rosa in quanto a numero e qualità. Noi lavoriamo bene ma dopo sei giornate non si può dire nulla. Non dico che possiamo lottare con loro ma possiamo fare un ottimo campionato”.

Parole ‘al miele’ per il tecnico che lo accompagna nel proprio percorso calcistico da ormai sette stagioni: “Mazzarri sta facendo un grande lavoro. I movimenti li insegna lui. La difesa a tre si può fare bene o male, non c’entra il numero di calciatori che difendono. Quest’anno si sta facendo veramente bene, subendo poco. Abbiamo preso più di quello che meritavamo e questo è il segnale che sta facendo bene”, ha affermato Campagnaro il quale ha le idee chiare su chi può essere la pedina in grado di accorciare le distanze dalle ‘big’.

Ricky Alvarez è l’uomo che può farci fare il salto di qualità perché ha doti straordinarie. Magari l’anno scorso ha fatto un campionato sottotono, ma quest’anno sta dando il 100%, sta facendo la differenza in quasi tutte le partite. Ci auguriamo che continui così, abbiamo bisogno”, questo il pensiero dello stopper sudamericano sul talento del connazionale.

Fonte: goal.com