Cambiasso come Facchetti: primo rosso dopo 277 gare.

Nel 1-2 subito dai nerazzurri contro la Juventus, oltre alle solite polemiche per rigori negati, e palloni che oltrepassano le linee laterali senza che nessuno li veda, c’è da registrare un’altro dato: la prima espulsione di Esteban Cambiasso da quando indossa la maglia dell’Inter. Cambiasso è un professionista serio, che da sempre si è distinto per la sua correttezza, oggi però ha proprio perso la testa, commettendo, a partita praticamente finita, un bruttissimo fallo ai danni di Giovinco, che per fortuna non ha subito conseguenze. Inevitabile e giusto – questo si – il cartellino rosso mostratogli da Rizzoli, fino a quel momento apparso un pò distratto. Cambiasso alla sua prima espulsione dopo 277 partite con l’Inter, cerca subito di farsi strada tra i calciatori della Juventus per sincerarsi delle condizioni del giovane attaccante bianconero, e dopo la partita si reca nello spogliatoio ospite per scusarsi dell’episodio. El Cuchu, ripercorre così la strada del compianto Giacinto Facchetti, che concluse la sua carriera con una sola espulsione.