Calcioscommesse, Ilievski lo Zingaro si consegna. Il calcio ha paura

Hristiyan Ilievski si è costituito dopo tre anni di latitanza. Il capo degli “zingari” coinvolto nello scandalo calcioscommesse si è consegnato alla polizia all’aeroporto di Orio al Serio ed è stato trasportato nel carcere di Cremona. Il boss macedone, tramite il suo avvocato, ha già annunciato di essere pronto a collaborare e ora tutto il calcio trema. Tre anni fa rivelò: “Con trenta giocatori ho falsato i campionati”.

Su Ilievski, che si rifugiava in Macedona, c’era un mandato di cattura internazionale. La decisione è arrivati dopo diversi contatti tra la procura di Cremona e il suo avvocato. Il boss è pronto a parlare e rivelare segreti che fanno tremare tutto il mondo del calcio, dalla Serie A alla Serie B. Il compito di Ilievski e della sua banda era quello di creare i contatti con i calciatori per corromopere le partite.

Martedì con l’interrogatorio di garanzia con il gip, Guido Salvini, si saprà qualcosa di più. Tra qualche giorno invece il colloquio con il procuratore Roberto Di Martino.

FONTEsportmediaset.mediaset.it