Calciopoli, la Juve non molla e alza la posta: ricorso al Consiglio di Stato e richiesta risarcimento da 581 mln

Andrea Agnelli non intende cedere di un millimetro, nonostante la caterva di pareri sfavorevoli sui continui ricorsi e richieste di risarcimenti per la sua Juventus da parte dei vari organi decisionali. Annunciando il ricorso al Consiglio di Stato, il club bianconero fa sapere di volere dalla Figc addirittura una somma superiore alla richiesta di 444 milioni già bocciata, arrivando a 581 milioni.

Il tutto in base ad un ricalcolo che contempla “31,6 milioni per perdita ricavi da gare, 24,3 milioni perdita ricavi sponsorizzazioni, 69 milioni perdita ricavi da diritti radiotelevisivi, 245,6 milioni perdita di valore del marchio Juventus, 57,6 milioni perdita valore giocatori, 85 milioni perdita di ricavi per ritardo nella costruzione dello stadio”. 

FONTEfcinternews.it