Il calciomercato passa da Mourinho

A gennaio, la priorità dell’Inter resta aggiungere una punta al pacchetto offensivo composto da Osvaldo, Palacio e Icardi. I candidati giocano tutti in Premier League, ma il favorito in questo momento è Mohamed Salah.

L’egiziano trova pochissimo spazio al Chelsea e Mourinho (che lo ha utilizzato appena 180 minuti) sarebbe ben contento di fare un favore alla sua Inter, aprendo alla possibilità di cedere il giocatore in prestito secco fino a giugno.

Salah è la classica punta di movimento capace di agire tra le linee, spaccare in due le difese ed essere devastante in contropiede. Un tipo di giocatore che ad oggi manca all’Inter e che ravviverebbe la manovra offensiva di Mazzarri.

Salah più di Borini e Joel Campbell. L’Inter si accollerebbe infatti soltanto i sei mesi d’ingaggio dell’egiziano, mentre nel caso degli ultimi due sarebbe quasi obbligata o perlomeno vincolata ad un esborso economico.

Il Liverpool, infatti, non è intenzionato a cedere Borini in prestito e la richiesta non è inferiore ai 10 milioni, cifra che l’Inter non prende nemmeno in considerazione. Campbell non rientra nei piani dell’Arsenal, ma ha il contratto in scadenza nel 2016 e Wenger vorrebbe monetizzare cedendo il giovane attaccante in prestito con diritto o ancora meglio obbligo di riscatto.

Ausilio però non vule vincoli, anche perché a giugno dovrà decidere se versare o meno al Southampton i 7 milioni per il riscatto di Osvaldo. All’Inter, nel frattempo, una punta è già arrivata: si tratta del classe ’97 croato Boris Rapajc, figlio del famoso Milan (ex Perugia), che arriva in prestito con diritto di riscatto dall’Hajduk Spalato.

Fonte: goal.com