Calciomercato “nostrano” per l’Inter: Chiesa strega Ausilio

L’Inter agli italiani. Pioli ha scelto la linea, Suning punta ad accontentarlo e in estate sarà rivoluzione. Tra conferme e acquisti, l’intenzione è quella di annoverare almeno 12 elementi nostrani in rosa.

La ‘Gazzetta dello Sport’ fa il punto sulle strategie nerazzurre per giugno: D’Ambrosio, Andreolli, Candreva ed Eder sono destinati a restare, inoltre il baby Pinamonti sarà promosso in prima squadra per dare nuova linfa all’attacco.

Ed eccoci ai possibili colpi ‘tricolore’, dove sul taccuino di Ausilio spunta la rivelazione viola Federico Chiesa. Lanciato da Sousa, il figlio d’arte (suo papà è Enrico) è divenuto in poche settimane un pilastro del progetto Fiorentina tanto da stregare il ds interista.

Seconda punta, il portoghese sta plasmando Chiesa ‘junior’ cucendogli addosso l’abito di un attaccante moderno in grado di agire anche sull’esterno e capace di coprire l’intera fascia abbinando le due fasi.

Ma andiamo con ordine e cominciamo dai pali: Handanovic avrà bisogno di un erede e così, sul taccuino di Ausilio, spiccano i nomi di Mattia Perin nonchè quelli di Alessio Cragno (Benevento) e del friulano Alex Meret.

Sulle fasce Darmian e Barreca rappresentano obiettivi sensibili, in mezzo alla difesa occhio al vecchio pallino Acerbi nonchè all’enfant prodige Alessandro Bastoni (classe ’99, fresco di esordio in A dal 1′ con l’Atalanta).

Anche in mediana spunta un gioiellino della Dea, ovvero quel Filippo Melegoni che col compagno ha assaggiato per la prima volta il massimo campionato da titolare contro la Sampdoria. Il baby orobico fa compagnia al sogno proibito Verratti e all’ex Benassi.

Infine l’attacco, dove ad arricchire la lista della spesa guidata da Berardi e Bernardeschi si sonderà il terreno per un altro figlio d’arte come Federico Di Francesco (Bologna). Senza dimenticare Caprari, già acquistato dal Pescara. Per un 2017/18 ‘made in Italy’.

FONTEgoal.com