Calciomercato bloccato da Thohir!

Vendere per comprare. Diktat chiaro, arriva dall’alto in casa Inter: è stato il presidente Erick Thohir a bloccare ogni manovra in entrata per difesa e centrocampo, vista la grande abbondanza di uomini in entrambi i reparti. Solo dopo diverse cessioni si potrà ragionare su eventuali acquisti. Ma ad oggi, testa soprattutto alla difesa: l’operazione Zukanovic è saltata proprio per questa ragione, col presidente a frenare un affare praticamente fatto.

Non a caso, da inizio settimana il ds Piero Ausilio ha un incarico chiaro e preciso. Vendere, perché nel reparto difensivo le pedine sono troppe. Ecco perché Marco Andreolli che ha rifiutato la Sampdoria per ragioni d’ingaggio è comunque destinato ad andar via, comunicazione già arrivata al giocatore.

Come anche Juan Jesus è nella lista dei partenti. In quest’ultimo caso, il brasiliano vorrebbe restare e giocarsi le sue carte, una presa di posizione forte che chiaramente complica le uscite come in diversi altri casi. Ma l’Inter sta cercando un acquirente per fare cassa e poter eventualmente pensare a un nuovo acquisto. Juan non è ritenuto indispensabile dal Mancio che infatti ha dato il via libera al suo addio qualora ci fosse davvero un’offerta che ne consentisse l’uscita.

E tra i terzini? Mancini vorrebbe tenere D’Ambrosio, per questo c’è Yuto Nagatomo nella lista delle uscite in attesa di proposte: anche il giapponese ha detto no alla Samp, in Italia preferirebbe solo l’Inter per cui Ausilio aspetta qualche mossa dall’estero. In tanti però si chiedono se sfumato Zukanovic potrà esserci un nuovo arrivo sulla fascia mancina. Ebbene, tutto dipenderà proprio da queste uscite.

E soprattutto da quella di Davide Santon: l’Inter ha dovuto rinunciare ai 7 milioni del Watford per il no del difensore, che ha chiesto a Roberto Mancini in queste ore esplicitamente di restare e giocarsi le sue carte. L’Inter spera in un’offerta che convinca Santon alla partenza per fare cassa e poter operare ancora sulle fasce, come anche in mediana; ma ad oggi la proposta non c’è e dunque bisognerà attendere, con Santon che chiede di restare e che vuole giocarsi le sue chanches in nerazzurro.

Saranno giorni di traffico in uscita, insomma, in casa nerazzurra. Soprattutto in difesa. E senza dimenticare il centrocampo, dove si lavora per Rene Krhin al Granada e per Saphir Taider che ha diversi interessamenti dall’estero. Aspettando di capire se qualche club offrirà davvero quei 30 milioni che chiede l’Inter per Mateo Kovacic: una telefonata l’ha fatta il Bayer Leverkusen, ma il croato non gradirebbe la destinazione e la trattativa non è neanche iniziata.