Brutta Inter, arriva il terzo ko! Il Real domina e ne fa tre

Terza sconfitta consecutiva per l’Inter in terra cinese che, dopo i ko contro Bayern Monaco e Milan, deve arrendersi anche allo strapotere del Real Madrid vittorioso per 3-0. Sigilli di Jesè nel primo tempo e Varane e James nella ripresa, nerazzurri che hanno messo in mostra un gioco leggermente migliore rispetto alle precedenti uscite anche se è evidente come la forma fisica non sia ancora la migliore.

A differenza del derby perso contro il Milan, Mancini stavolta decide di affidarsi a tutti i suoi uomini migliori: Handanovic in porta, Murillo torna titolare in coppia con Ranocchia. A centrocampo Brozovic, Kovacic e Kondogbia, Hernanes da trequartista a supporto del tandem offensivo Icardi-Palacio.
Anche Benitez non esclude nessuno dei suoi big: Ronaldo punta di riferimento con Isco, Jesè e Bale in posizione leggermente più arretrata. Keylor Navas preferito al nuovo arrivo Casilla tra i pali.

Quello dei nerazzurri è un buon inizio di partita: Icardi non arriva per pochissimo all’appuntamento col pallone di Hernanes, avversari che però trovano diversi spazi per ripartire. Bale e Ronaldo al tiro con due diagonali insidiosi che sfiorano il palo, portoghese che si vede negare il goal direttamente su calcio di punizione da Handanovic che gli dice no con un superbo colpo di reni.

L’Inter prova a farsi vedere con Icardi, il cui tiro dai 25 metri non esce di molto con Navas che però si trovava sulla traiettoria. Molto più pericoloso il Real quando prima con Isco, e poi con Jesè Rodriguez, impegna per due volte in successione uno straordinario Handanovic che si produce in un doppio strepitoso intervento che tiene a galla i suoi.

L’ottimo momento delle ‘Merengues’ trova la sua concretizzazione alla mezz’ora: cross di Marcelo dalla sinistra, Murillo si fa scavalcare dalla sfera che arriva sui piedi di Jesè Rodriguez, bravo a sua volta a battere l’estremo difensore sloveno che stavolta non può proprio nulla. Gli spagnoli hanno un’altra occasione con Ronaldo che però non finalizza al meglio un buon contropiede, mentre Ranocchia e compagni cercano di scuotersi nel finale di tempo con una punizione di Hernanes, sulla quale però Navas è attento.

La ripresa si apre con le consuete sostituzioni: nel Real Madrid esce tra gli altri Cristiano Ronaldo, Inter che invece viene confermata in blocco. Il neo-entrato Cheryshev mette subito paura ad Handanovic con una conclusione di destro dal limite dopo una bella combinazione con Isco, ma è un altro nuovo ingresso a timbrare il cartellino: difesa interista che si perde sulla destra Lucas Vazquez, cross in mezzo all’area dove Varane anticipa Ranocchia per il raddoppio madrileno.

Finisce col cambiare molti interpreti anche Mancini, che inserisce Guarin: il colombiano prova la conclusione da fuori area ma, come al suo solito, non inquadra la porta. La inquadra eccome invece James Rodriguez, che a pochi istanti dal 90′, incenerisce Handanovic con una punizione perfetta dai 25 metri, sulla quale però lo sloveno non è completamente esente da colpe.