Bonolis: “Poteri forti del calcio italiano? Thohir deve farsi rispettare!”

L’era Moratti è terminata, quella di Erick Thohir sta per cominciare. Per parlare di passato, presente e futuro della società nerazzurra, Fcinter1908.it ha intervistato il noto conduttore, e grandissimo tifoso nerazzurro, Paolo Bonolis.

Ciao Paolo: preferisci un Moratti presidente, anche se depotenziato, o è meglio un distacco definitivo dalla società?

Io vorrei, e lo spero, che Moratti resti presidente. Una persona con il suo carisma oltre a dare una certa continuità con il passato sarebbe molto utile anche ai nuovi proprietari. Io vedo ancora un Moratti dentro la società che possa consigliare Thohir e soprattutto trasmettere il suo entusiasmo che è unico al mondo

Secondo te Thohir è nuova era o parentesi tra Moratti padre e Moratti figlio, come ventilato da alcuni?

Il cambio e’ già’ epocale di per sé. Secondo me sarà un progetto che darà continuità. L’obiettivo è quello di riportare l’Inter, intesa come società, nel top del calcio europeo e modiale. Mi aspetto una crescita di tutto il mondo Inter che ci consenta di confrontarci con le migliori realtà’ europee, tipo Manchester United e Barcellona. Non sarà un parentesi e durerà nel tempo.

E’ possibile riportare l’Inter ai vertici guadagnandoci anche? Finora calcio italiano ha dominato con le figure dei mecenati più che con gli imprenditori

Certamente: sono convinto che è possibile. Thohir e i suoi soci hanno le capacità per imporsi anche a livello di marketing e non solo. Sono sicuro che hanno ponderato bene le cose e da intelligenti quali sono sapranno cosa fare.

Cosa ti senti di dire a Moratti?

Gli direi semplicemente di continuare con il suo entusiasmo di sempre. Lui ha fatto molto per l’Inter e per tutti i tifosi. Ci ha messo un sacco di soldi e noi lo ameremo per sempre. Sono sicuro che Massimo rimarrà nell’Inter e sarà molto utile anche nel prendere le decisioni importanti

Come dovrebbe rapportarsi Thohir con i poteri forti del calcio italiano?

Credo che dovrebbe fare come si farebbe in un mondo che rispetta le regole, creando i giusti rapporti, dicendo la sua quando sarà necessario. Spero davvero che non passi il concetto che se alzi la voce hai dei favori. Lui ha la competenza per farsi rispettare e dialogare con tutti

Il pareggio di Bergamo ha complicato un po’ la corsa alla zona Champions. Secondo te questa sarà una stagione di transizione oppure l’inter può dire la sua?

Credo che l’Inter debba resistere fino a gennaio. A mio modo di vedere nell’Inter di oggi giocano in prima squadra almeno quattro giocatori che non sono dei veri titolari. Ecco: se già da gennaio si riuscissero a prendere quattro giocatori da mettere nei ruoli giusti e quelli attuali farli diventare riserve importanti la Champions non sarebbe poi così impossibile. Poi a giugno sicuramente verranno fatti i dovuti ragionamenti, fermo restando che per me Mazzarri sta già facendo un ottimo lavoro

Fonte: fcinter1908.it