Boninsegna: “Imperdonabile cedere Icardi o Handa, meglio Kovacic: ecco perché…”

A Calcissimo.com è intervenuto l’ex centravanti dell’ InterRoberto Boninsegna, per esprimere un pensiero su chi tra Icardi, Handanovic Kovacic potrebbe essere quello sacrificabile a fine stagione:

Roberto, l’Inter rischia una sanzione dall’Uefa per violazione del Fair Play Finanziario e potrebbe quindi essere costretta a cedere uno dei suoi big per far cassa a fine stagione… Si parla di un posibile sacrificio di Icardi, sei d’accordo?

“Si tratta indubbiamente di una scelta difficile, ma se l’Inter vuole tornare a vincere in futuro non può e non deve assolutamente privarsi di Icardi. Stiamo parlando di un giocatore giovane, bravo e già importantissimo per questa squadra. Quindi bisognerebbe trovare altre vie per far cassa, cedere Mauro sarebbe un errore imperdonabile”.

Quindi meglio sacrificare Handanovic, che potrebbe essere magari più facilmente sostituibile?

“Stesso discorso per Handanovic, perchè Samir assieme a Icardi è il giocatore più importante di quest’Inter e quindi entrambi andrebbero tenuti. Se la società vuole costruire una squadra competitiva e ambiziosa non può privarsi di due pedine di questo calibro”.

Si priverebbe allora di Kovacic?

“Qualche sacrificio bisognerà farlo per forza perchè se non ci sono i soldi non vedo altra via. Kovacic è un giocatore interessante, ma non ha ancora trovato la sua dimensione. E’ un trequartista, ma è stato impiegato in diverse posizioni, anche se lui pare si trovi meglio dietro le punte. Andrà fatta una scelta, comunque penso che Kovacic possa rientrare tra i cedibili”.

Tra i possibili sostituti di Icardi, in caso di cessione dell’argentino, ci sarebbe pure Babacar… L’attaccante della Fiorentina secondo lei sarebbe all’altezza?

“Io Babacar lo prenderei in ogni caso, indipendentemente da una possibile cessione di Icardi, perchè all’Inter, a parte Palacio, non ci sono altre punte importanti dopo l’addio di Osvaldo”.

Quale secondo Roberto Boninsegna il vero problema di quest’Inter?

“Senza dubbio la difesa, è lì che l’Inter dovrebbe rinforzarsi. Questa squadra prende troppi gol, sono stati commessi troppi errori, molti dei quali imperdonabili. Senza una retroguardia all’altezza non si vince, sia in Italia che all’estero”.

A proposito di difesa, pensa che Ranocchia si sia dimostrato all’altezza della fascia di capitano dell’Inter?

“Ranocchia sta indubbiamente attraversando un periodo non felicissimo, bisogna capire quali siano i reali problemi di questo ragazzo. Attualmente non è in forma e per questo ha causato dei problemi alla squadra, ma va assolutamente recuperato perchè ha dimostrato di essere all’altezza sia come capitano che come difensore”.

FONTEfcinter1908.it