Bonazzoli: “Non ci credevo, stavo per piangere. Sono nella storia, ho realizzato un sogno”

Federico Bonazzoli, oltre alla qualificazione, è stata la nota lieta della gara contro il Trapani. Stamattina, dopo essersi ripreso dall’emozione, l’attaccante classe ’97 ha parlato a Inter Channel: “Quando il mister mi ha mandato a scaldare non ci credevo, era un sogno. Ero con Zanetti e Olsen. Quando mi ha detto ‘Bona vieni che è il tuo momento’ non ci credevo, mi sono guardato intorno, ho visto lo stadio enorme e io mi sentivo piccolo. Mi veniva quasi da piangere, era il mio sogno fin da bambino e sono riuscito a realizzarlo”.

QUASI RECORD – “Superato solo da Bergomi come età? Sono orgoglioso, ho davanti un grande come Bergomi, non è un problema è un motivo di orgoglio perché sono entrato nella storia di questa società e quindi sono tranquillissimo e va benissimo così”.

QUASI GOL – “Ho avuto due occasioni per segnare? Quella col destro, appena mi è arrivata, sono rimasto impietrito. E’ stata la prima volta che non sapevo cosa fare con la palla tra i piedi. La seconda ho visto che Saphir mi ha cercato e lo ringrazio. Ci saranno altre occasioni spero”.

INTER-VARESE PRIMAVERA – “Gara da affrontare con l’atteggiamento giusto. Stiamo raggiungendo le prime, ci vuole l’atteggiamento giusto e speriamo di vincere”

CELLULARE ESPLOSO – “Chiedo scusa se non sono riuscito a rispondere a tutti ma erano veramente tanti i messaggi”

Fonte: fcinter1908.it