Bivio per Guarin: braccio di ferro con l’Inter o quiete prima dell’addio

Uno è stato protagonista assoluto, l’altro sembrava solo una comparsa. Fredy Guarin e Mirko Vucinic, una giornata diversa per i candidati all’oscar del miglior film di calciomercato. Entrambi spinegvano per l’accordo tra Inter e Juventus, entrambi sono rimasti delusi. Per il colombiano, però, la situazione è leggermente diversa.

Già, perchè Guarin ha parlato con Moratti e la dirigenza dell’Inter per chiedere a tutti i costi la cessione, mentre il montenegrino, nonostante la voglia di essere protagonista altrove, ha vissuo il tutto con più calma. Per Guarin minacce a sua moglie e un blitz di tifosi sotto casa sua.

Saltato il passaggio al club bicampione d’Italia, Guarin è al bivio: provare a fare pace con i tifosi dell’Inter, che l’hanno etichettato come gran traditore per la volontà di andare alla Juventus, oppure continuare a chiedere la cessione ad una big, in questo caso all’estero, dove continua ad avere estimatori.

L’ex Porto non andrà alla Juventus e potrebbe, in teoria, affrontarla nel Derby d’Italia previsto il 2 febbraio. Dopo la chiusura del calciomercato, quello che probabilmente vedrà Guarin cambiare squadra. Remote le possibilità di permanenza all’Inter, non sfiderà la squadra che aveva quasi sposato.

Ha minacciato di non allenarsi con l’Inter dopo il mancato passaggio alla Juventus, ma Walter Mazzarri lo aspetta alla Pinetina nella giornata di oggi, qual ora non voglia prolungare il suo braccio di ferro con la dirigenza, con Branca, Ausilio e compagnia di calciomercato.

Il livornese sarebbe felicissimo di averlo con lui ancora a lungo, o almeno per il prossimo turno di campionato. Non è detto che Guarin decida per forza di impersonare il ruolo di separato in casa. Potrebbe anche ricucire i rapporti con la società, così da cercare una soluzione utile a tutti.

L’unica cosa che appare quasi certa è la sua cessione. Non sarà Juventus? Poco male, la Premier è pronto ad accoglierlo. San Siro e la Milano nerazzurro lo farebbero solo in maniera negativa, situazione insostenibile e da evitare.

Fonte: goal.com