Benatia a tutti i costi: l’Inter ha messo sul piatto una contropartita tecnica importante e… inaspettata

La volontà del Bayern Monaco probabilmente farà la differenza, ma certamente non si può dire che l’Inter non abbia fatto il possibile per portare a Milano Mehdi Benatia, forte centrale difensivo che ha appena concluso, forse, la stagione meno fortunata della propria carriera. Arrivato all”Allianz Arena’ lo scorso anno dopo gli anni di Udine e lo strepitoso campionato con la maglia della Roma, il classe ’87 di Courcouronnes non ha replicato agli ordini di Josep Guardiola e, complice la nostalgia per l’Italia, negli ultimi giorni si è parlato insistentemente di un suo possibile ritorno in Serie A, con la Juventus potenziale sfidante dell’Inter in questa corsa di mercato. Priorità assoluta per Roberto Mancini, alla ricerca di un grande leader difensivo, la permanenza a Monaco di Baviera oggi appare come la soluzione più probabile.

Come detto in apertura, il club di Corso Vittorio Emanuele ha comunque provato a portare a compimento questo grande colpo, anche se difficilmente la società tedesca sarebbe riuscita nell’intento di rientrare nella spesa di un anno fa (26 milioni di euro più 4 di bonus nelle casse di Trigoria). Ad avvalorare questa tesi – secondo quanto constatato da FcInterNews – ecco la novità riguardante la contropartita tecnica che Erick Thohir avrebbe sacrificato per ‘ammortizzare’ l’offerta: trattasi di Xherdan Shaqiri, jolly offensivo che proprio a gennaio intraprese il percorso inverso, raggiungendo Appiano Gentile con la formula del prestito con conseguente obbligo di riscatto fissato a 15 milioni di euro. Forse spinti dalle perplessità che il presidente onorario biancorosso Franz Beckenbauer palesò dopo questa cessione, il club nerazzurro ha provato a mettere sul piatto il nazionale svizzero, ma questa volta il Bayern Monaco ha declinato questa ‘proposta di ritorno’.

FONTEfcinternews.it