Il Mancio furioso: ”Primo tempo di m****!”. Battibecco con un tifoso e pure Santon ne fa le spese dopo l’1-1

Era infuriato Roberto Mancini e, presumibilmente, lo è ancora oggi. Il pareggio con il derelitto Parma non è andato giù al tecnico marchigiano, che si aspettava ben altro atteggiamento da parte dei suoi. La punizione è l’allenamento di oggi, fissato per le 8,30. Ma occhio, perché la pazienza è davvero finita e la giornata di ieri l’ha lasciato intendere chiaramente prima dalle parole del tecnico, poi da quelle di Piero Ausilio.

La Gazzetta dello Sport racconta tre episodi che fanno capire l’umore dell’allenatore nerazzurro. “Prima il litigio con un tifoso posizionato dietro alla panchina, che sullo 0-0 insultava i giocatori. «In Premier lo avrebbero già allontanato, anche se avesse pagato 500 sterline di biglietto», ha detto il tecnico. Che subito dopo il pareggio di Lila se l’è presa con Davide Santon, colpevole di essere fuori campo per farsi curare un taglio alla testa che ha richiesto due punti di sutura: «C…, c…, c… Se non uscivi, il gol non lo prendevamo». Per lo stupore dell’ex Newcastle. Che la vera strigliata l’ha sentita nell’intervallo, col Mancio imbelvito: «Avete giocato un primo tempo di m…», il messaggio più tenero. Facile immaginare dunque la rabbia finale per una ripresa ancora più molle”. Poi, infatti, anche nel post-partita Mancini è stato durissimo coi suoi. Finita la calma british.

FONTEfcinternews.it