Ausilio: “Stiamo valutando profili italiani, stranieri e anche Vecchi”

“De Boer ha lavorato tantissimo, il suo progetto era ambizioso. Ma un’Inter che perde così tante partite non poteva andare bene. Vecchi? E’ bravo e interista. Non è detto che la parentesi si chiuda domenica”. “Oggi arriva la proprietà e valuteremo diversi profili di allenatori italiani e stranieri tra cui Vecchi. L’unico requisito è che deve essere bravo. Simeone, Marcelino, Hiddink? Non faccio nomi”.

“La responsabilità di questo momento è di tutti, siamo tutti insieme nel bene e nel male. Siamo tutti uniti e ne verremo fuori – ha proseguito Ausilio – Casting? Non si può parlare di casting, per voi è una cosa mediatica, per noi è una cosa seria. Non so se i colloqui saranno fatti faccia a faccia, vedremo domani con la società come agire. L’allenatore deve conoscere il calcio italiano, deve sapere in che situazione verrà a trovarsi. Essere allenatore da Inter significa anche saper sostenere il progetto di una squadra ambiziosa e con una storia importante alle spalle. Simeone? Il presente non può farci valutare allenatori che sono sotto contratto e impiegati con altre squadre, pensiamo solo ad allenatori liberi. Marcelino, Hiddink? Non faccio nomi, capisco che vi piaccia il giochino ma per noi è una cosa più seria. Entro qualche giorno saprete”.

FONTEsportmediaset.mediaset.it