Ausilio: “L’obiettivo rimane la Champions. Gabigol in prestito? Per ora…”

In occasione del ricevimento del premio Viareggio Sport, Piero Ausilio ha fatto il punto in casa Inter. “Pioli è stato una scelta collettiva, è la persona giusta – ha spiegato il ds – Obiettivo? Resta quello di inizio anno, fare l’impossibile per rientrare in Champions League. Ci sono ancora tanti punti a disposizione”. Su Gabigol. “Prestito? Ora no. Se non dopo una valutazione col tecnico da fare tra 2 mesi, potrà andare in prestito”.
A TMW Radio, Ausilio ha anche parlato dell’esonero di De Boer. “Quando si cambia allenatore vuol dire che ci sono delle responsabilità di tutti. De Boer non è stato il solo responsabile di questa classifica: è una persona preparata, forse non ha trovato la chimica giusta ma rimane un ottimo allenatore”.

Per Pioli subito un inizio col botto nel derby. “Meglio così. Non serve parlare, le motivazioni arrivano dal prestigio della partita: un calciatore prepara queste partite da solo, è più difficile preparare altre partite”.

Sulla gestione di Gabigol. “Una gestione molto serena. Non dimentichiamo che fa parte di un gruppo di calciatori molto importante. Lui è giovane, ha bisogno solo di esperienza. In passato ebbe un po’ la stessa situazione Coutinho: oggi ne parlano tutto come un fenomeno, basterebbe cosa si scriveva di lui in Italia qualche anno fa”.

Sul mercato di gennaio. “Sicuramente va sfoltita un po’ la rosa, però dobbiamo fare delle valutazioni fra un po’ di tempo. Jovetic o Kondogbia sul mercato non ci sono mai stati. Voi ne parlate perché giocano meno, però chi ha giocato meno ora ha l’opportunità di dimostrare che merita l’Inter. Io sono convinto che possano farlo”. 

Quando il discorso si sposta sui nomi accostati ai nerazzurri (Darmian, Badelj e Lindelof), Ausilio si chiude a riccio ed erige un muro. “”Domani guarderò una partita bella come Italia-Germania, se ci sarà Darmian guarderò anche Darmian. Badelj? Se ne parla perché qualcuno ne parla. Noi stiamo valorizzando i nostri giocatori, fa qualche mese vedremo. Bruciato il Napoli per Lindelof? Vi risulta male. Noi in questo momento stiamo vedendo solo partite: siamo presenti come è giusto che sia in tutte le gare internazionali”.