Ausilio: “A gennaio si cede, da giugno senza FPF tutto diverso! Derby va vinto. Zhang…”

Piero Ausilio, direttore sportivo dell’Inter, ha parlato a Radio Dee Jay. Ecco le parole del dirigente

Cosa succede al derby?
Grande fiducia. Ho visto il lavoro di questi giorni e ci siamo allenati bene. Ci arriviamo bene e questo mi dà fiducia.

4-3-3 o 4-2-3-1?
C’è ancora l’ultimo allenamento. Perché escludete la seconda punta?

Biglia?
Lui è veramente contento di questa rosa, sa di avere tante armi ed è contento dei ragazzi che si sono messi a disposizione.

Andrebbe bene un pari?
No, non puoi iniziare un derby pensando di accontentarsi a maggior ragione in questo momento. Dobbiamo giocare con la testa, ma cercare di vincerla questa partita.

Stanno arrivando da un altro modo investitori fortissimi e tocca a noi capirli. Hanno maniera di agire diversa dalla nostra e dobbiamo capirci…
Vi faccio una confidenza. Steven non ha mai lasciato Milano. E’ rimasto tutti i giorni in sede, è andato alla Pinetina, anche il nuovo CEO è con lui. La Cina lontana noi non la vediamo.

Via Thohir?
E’ una persona che ha una passione per l’Inter che è smisurata. Al di là di tutto quello che ha fatto ha fatto quello che faceva nel bene del club anche la cessione di Suning è stato un gesto fatto in quel senso.

Ci chiedevano se Gabigol giocherà mai…
Bisogna avere un po’ di pazienza. Con Coutinho non c’è stata pazienza: si diceva che era gracile e piccolo. Benitez lo faceva giocare ogni tanto. Lo avevamo mandato in prestito all’Espanyol. Il calcio italiano Gabigol lo deve capire, ma ha un atteggiamento positivo che dà grande fiducia.

A gennaio ti daranno soldi per comprare?
Secondo me a gennaio dobbiamo rientrare nei parametri del Fair Play che non è sparito. Le cose di agosto poi si pagano nel mercato invernale: bisogna ridurre la rosa e tener conto dei paletti che ancora ci sono almeno per quest’anno, poi dall’anno prossimo sarà tutto diverso.

 

FONTEfcinter1908.it