Atalanta-Inter 1-1: due autogol decidono la gara

Samir Handanovič migliore in campo per l’Inter. Questa è la morale dopo l’incontro odierno tra Atalanta e Inter, che termina in parità.

Un primo tempo ben giocato da entrambe le squadre, si conclude sul risultato di 1-1. Sono due autogol ad animare il primo tempo allo stadio “Atleti Azzurri d’Italia”. Il primo, porta la firma di Jeison Murillo, sfortunato sul cross di Dramè, che mette in mezzo e trova la deviazione del difensore colombiano che inganna Samir e porta in vantaggio i bergamaschi. Sette minuti più tardi, una bella azione dell’Inter porta al medesimo risultato. Cross dalla destra di Mauro Icardi, maldestro intervento del difensore atalantino Toloi che anticipa tutti e deposita nella sua porta. Fino alla fine del primo tempo i nerazzurri milanesi attaccano, ma senza riuscire ad incidere, e in questo modo le squadre vanno a riposo in parità.

Il secondo tempo ci vede attaccare ma senza riuscire a concludere davanti a Sportiello, che dal canto suo oggi non ha compiuto una parata degna di tale nome. Questo a differenza di Samir, che in tre occasione toglie letteralmente la gioia del gol ai giocatori atalantini. Particolarmente spettacolare è la parata su Cigarini, che viene fermato con le gambe dal nostro portierone sloveno. Impeccabile è poco per definire la prestazione di Samir Handanovič, che purtroppo, da qualche tempo a questa parte, sta diventando il vero top player dell’Inter. Dopo quattro minuti di recupero si conclude la gara con il medesimo punteggio del primo tempo.

Frenata che ora rischia seriamente di compromettere il nostro cammino. Infatti siamo momentaneamente secondi, ma ora dobbiamo guardare con apprensione i risultati delle altre squadre in corsa. Il peccato più grosso è la mancanza di concentrazione, che ci ha impedito di impensierire Sportiello e l’Atalanta, e alla fine, tutto sommato il pareggio è giusto. Per noi è più che altro un punto perso.

AMALA