Andrea Pirlo e l’Inter: due motivi per dirsi sì

Andrea Pirlo, nonostante le smentite di facciata, potrebbe alla fine accettare l’idea di un ritorno in nerazzurro. Il regista di Flero, sta valutando con molta attenzione il ritorno in Italia, e in particolare in quel di Appiano Gentile. Arrivato giovanissimo nell’estate del 1998, per vari motivi, non riuscì a farsi valere in nerazzurro, complici anche le turbolente stagioni che l’Inter visse in quei periodi. Ora, a quasi vent’anni di distanza, la storia potrebbe ripetersi, ma probabilmente con risvolti diversi. Sono essenzialmente due i motivi che avvicinerebbero il trentaseienne alla squadra di Roberto Mancini che è alla ricerca di un uomo in grado di mettere ordine in un centrocampo con molta gamba ma risicato in termini di tecnica.

Maglia NerAZZURRA

Il CT della Nazionale italiana Antonio Conte, pur non chiudendo totalmente le porte ad Andrea, ha ammesso di aver iniziato a pensare a una formazione che non comprenda il metronomo bresciano. E il che, vista l’età del suddetto, potrebbe anche non essere un’idea così balzana da un lato, ma dall’altro bisogna fare attenzione a rinunciare alla classe cristallina di un giocatore come Pirlo. E quindi, chi meglio della società di Erick Thohir potrebbe fornirgli un assist in tal senso? Con la pausa della MLS, il centrocampista bresciano si troverebbe a fare i conti con un lungo periodo di inattività, che non gli farebbe certo guadagnare posizioni nelle gerarchie di Conte, mentre un riapprodo in Serie A potrebbe rimettere in discussione tutto, per lo sprint finale e per tentare l’assalto all’ultimo trofeo della sua prestigiosa carriera azzurra.

Voglia di rivincita

L’Inter e Andrea si separarono in modo apparentemente indolore, ma la realtà è un’altra. Pirlo infatti ha dichiarato più volte di essere dispiaciuto di non aver lasciato il segno in nerazzurro, ma ora anche qui potrebbe cambiare tutto. Infatti tornerebbe cresciuto, con una posizione in campo diversa e soprattutto con un’Inter diversa. I nerazzurri sono infatti in vetta alla classifica, e sono alla ricerca di un uomo d’ordine in mezzo al campo. Pirlo potrebbe quindi dare un contributo per quella che sarà la seconda parte della stagione. Mancini ha già dato il suo assenso, Thohir pure. Decisiva sarà ancora una volta la volontà del giocatore, e la sua voglia di rimettersi in gioco.