Alvarez: “River? Non importa se gioco poco, voglio solo l’Inter”

Una discreta mezz’ora giocata contro il Chievo e la possibilità concreta di ritagliarsi un posto da titolare nella sfida contro il Cluj. Per Ricky Alvarez, nonostante una fase d’ambientamento piuttosto difficile, non manca la possibilità di mettersi in mostra nello scacchiere di Stramaccioni. L’argentino – al termine della sfida contro il Chievo di domenica sera – ha concesso una breve intervista a Espn Argentina.FcInterNews.it era presente e ha raccolto le sue dichiarazioni: “E’ stato fondamentale vincere questa partita. A me va bene anche giocare poco, però l’importante è guadagnare punti preziosi in chiave Champions. E’ un po’ quello che vogliamo tutti”.

Sul suo mancato trasferimento al River, il numero undici nerazzurro spiega: “Il mio desiderio è fare una carriera in Europa. Quando ho cominciato sapevo che non sarebbe stato facile. Questa esperienza mi sta fortificando tantissimo. Il mio desiderio maggiore è quello di rimanere all’Inter. Il River? E’ una grande squadra, forse la migliore dell’Argentina. Può vincere anche la Copa Libertadores”. Sulla colonia di argentini nello spogliatoio nerazzurro: “Siamo molti, ci appoggiamo tra noi e siamo un bel gruppo. E’ arrivato il momento di mettere in mostra il gruppo che siamo fuori anche in campo”.

Chiosa finale sulla Seleccion: “La seguo costantemente, avrei voglia di prendervi sempre parte. Intanto gioco qui al massimo poi vedrò se avrò modo di essere convocato da Sabella”, conclude Ricky.

Fonte: Fcinternews.it