Almeno 7 gli esuberi: tra i possibili nuovi arrivi spuntano Criscito e Clichy

La restrizione delle rose a 25 giocatori, novità dell’annata 2015/2016, costringe diversi club a sfoltire quanto mai il proprio parco giocatori. E l’Inter è uno di questi. Tanto più se si vuole portare in squadra nuovi giocatori. In casa nerazzurra è ancora in sospeso la situazione Shaqiri.

Il centrocampista offensivo, infatti, è da tempo nel mirino dello Schalke, ma l’accordo con l’Inter non è stato ancora trovato, visto che i nerazzurri vogliono almeno 15 milioni di euro, così da rientrare dell’investimento sostenuto lo scorso gennaio, mentre il club tedesco non si è scostato finora dai 13 milioni di euro. Uno stallo che potrebbe far intromette nell’affare alcuni club della Premier League che si stanno interessando al nazionale svizzero, come lo Stoke City, l’Everton e il Crystal Palace.

In uscita dall’Inter, oltre Nagatomo che potrebbe essere la pedina giusta per sbloccare la trattativa col Galatasaray per Felipe Melo, c’è anche un altro elemento importante dei nerazzurri: D’Ambrosio, per il quale l’Inter chiede almeno 8 milioni di euro. Napoli e Roma l’hanno messo fra gli obiettivi di mercato, ma occhio anche allo Schalke.

Ma non basteranno queste uscite, l’Inter dovrà sfoltire ancora di più la propria rosa. Al momento il club nerazzurro ha 30 elementi nel proprio parco giocatori, comprendendo anche Jovetic, per il quale è ormai attesa solo l’ufficialità. Considerato che l’Inter sta trattando ancora un attaccante e un terzino sinistro, gli esuberi sono al momento ben 7.

Oltre Shaquiri, D’Ambrosio e Nagatomo (che non sono stati nemmeno convocati per l’amichevole col Galatasaray di domenica, della serie a buon intenditor poche parole), quindi, sono probabilmente con le valigie in mano anche due centrali difensivi (probabilmente Vidic e Andreolli) e due o tre centrocampisti.

Questa la situazione esuberi allo stato attuale. Ma potrebbe tutto variare se di nuovi arrivi ce ne saranno anche altri. Mancini, ad esempio, è interessato anche a Domenico Criscito, che non ha nascosto la voglia di tornare in Italia. La possibile trattativa con lo Zenit, però, è quanto mai complicata, visto che il club russo non pare intenzionato a liberarsi del terzino e se proprio dovesse farlo ciò non avverrebbe certo a cifre da saldi: la sua valutazione è intorno ai 15 milioni di euro. E anche l’ingaggio non è di poco conto, visto che l’ex genoano prende 3 milioni di euro più uno di bonus a stagione.

E nel mirino dell’Inter, per quanto riguarda gli esterni difensivi, c’è anche Clichy del Manchester City. Ma anche in questo caso le difficioltà sono soprattutto economiche. Gael Clichy è valutato dal City non meno di 10 milioni di euro e anche lui vanta un ingaggio di tutto rispetto.