Alessandro Altobelli ucciso in Brasile, Spillo: “Non sono io!”

Un uomo di nome Alessandro Altobelli è stato ucciso in Brasile ma non si tratta dello ‘Spillo’ bandiera dell’Inter e della Nazionale. E’ stato lui stesso a sentirsi in dovere di rassicurare i tifosi dopo aver ricevuto messaggi allarmanti dall’Italia. “L’imprenditore in questione è un mio caro amico, siamo tutti in lutto ma non è morto Spillo!” ha postato Altobelli su Facebook allegando alcune foto che lo ritraggono a passeggio per Roma.

L’omonimia con la vittima, un imprenditore 68enne proprietario di alcuni ristoranti, è all’origine dell’equivoco. Oltre al nome, Spillo ha in comune con lui anche il luogo d’origine: il paese laziale di Sonnino. In effetti i due si conoscevano e l’ex attaccante nerazzurro ha voluto fare pubblicamente le condoglianze ai familiari della vittima. Altobelli è stato ucciso domenica nel corso di una sparatoria tra la polizia brasiliana e alcuni banditi che stavano tentando di rubare la Jaguar di proprietà dell’imprenditore.

FONTEsportmediaset.mediaset.it