Come agirà Thohir nel dettaglio

L’ Inter, ormai, parla indonesiano. Sono state sprecate pagine e pagine sull’ avvento di Thohir, le cordate che lo accompagneranno, i capitali che investirà. Il quotidiano Milano Finanza analizza dettagliatamente quanto si può evincere dal comunicato stampa dell’ Inter, facendo luce su alcuni fondamentali aspetti. “La International Sports Capital, ha spiegato una nota del club nerazzurro, diventerà l’azionista di controllo tramite un aumento di capitale riservato. Quindi Moratti, che resterà con il 30% e forse sarà ancora presidente, non incasserà nulla dall’entrata degli indonesiani. Nell’assemblea di novembre sarà anche nominato il nuovo cda del club. L’organismo sarà composto da otto membri, cinque di nomina indonesiana: tra cui Thohir, il suo braccio destro Jason Levien, Roeslani, Soetedjo. Tre saranno i componenti del cda legati alla famiglia Moratti: Massimo Moratti, il figlio Angelomario e il loro ministro delle finanze Rinaldo Ghelfi, figura storica del club nerazzurro. Entrando nel dettaglio, l’operazione, curata da Lazard e dalla boutique Four Partners sul lato Moratti e da Ernst&Young su quello Thohir, ha valutato il club nerazzurro circa 350 milioni, compresi i debiti che, tra linee di credito, esposizioni con i fornitori e quelli relativi alle società controllate (Inter Brand), arrivano a circa 200 milioni. Thohir e compagni dovranno partecipare pro quota al ripianamento delle perdite dei prossimi bilanci stimati ancora in rosso per almeno due anni visto la struttura dei costi. Il bilancio al 2016 dovrebbe essere finalmente quello del pareggio; ovviamente il risultato non dipenderà solo dai costi, ma soprattutto dall’incremento dei ricavi da marketing“.

Fonte: europacalcio.it