Addio Wallace, ecco chi arriva

Due settimane di stop necessarie per ricaricare le pile e riordinare le idee, quindici giorni per rimettere insieme l’Inter di inizio stagione e per discutere di mercato. L’agenda di Walter Mazzarri è ricca di appuntamenti, tra questi c’è quello con Marco Branca, per pianificare la campagna acquisti di gennaio. In tempo di fairplay finanziario un arrivo comporta una partenza, una regola valida ancor di più per l’Inter, senza  i soldi delle Coppe e in attesa di capire quanto massiccio sarà l’intervento di Thohir.

In uscita ci sono due giocatori, Wallace a Alvaro Pereira. L’esterno destro classe 1994 ha grande talento, ma è stato etichettato come “non pronto” da Mazzarri, che ha scelto di rispedirlo al Chelsea. Ha la valigia pronta anche Pereira, per cui Branca attende offerte concrete, con l’obiettivo di rientrare, almeno parzialmente dei 12 milioni spesi per acquistarlo dal Porto.

In entrata sono tre i nomi che scaldano l’Inter. Il sogno resta Mauricio Isla, in uscita dalla Juventus, le alternative sono Sime Vrsaljko ed Emiliano Insua. Il croato del Genoa ha avuto un impatto impressionante e convincente, garantisce quella spinta e quella copertura che richiede Mazzarri, ma Preziosi, per il momento, non sembra intenzionato a trattare prima di giugno. Discorso differente per Insua, ex Liverpool trattato in passato anche dalla Fiorentina. L’argentino non rientra nei piani di Simeone e potrebbe partire a gennaio. La formula? Prestito con diritto di riscatto.