Jovetic, sarà addio. L’agente: “Sono i giocatori a fare la formazione”

Tra l’Inter e Stevan Jovetic è finita. Dopo l’avvio super dell’anno scorso, con tre gol nelle iniziali due partite, il montenegrino sembrava essere l’uomo perfetto per il nerazzurro, e invece il graduale scadimento di rendimento unito a infortuni sparsi ne hanno condizionato l’avventura milanese. Prima poco spazio con Mancini, poi quasi nullo con De Boer e Pioli, fino alla rottura totale di ieri, come racconta la Gazzetta dello Sport: “Jovetic resta a casa, e non è nella lista degli indisponibili. Normale precauzione in vista di una possibile cessione a gennaio? Questa è sicuramente una motivazione valida, ma va comunque registrato il malumore del 27enne talento montenegrino, che ieri avrebbe lasciato la Pinetina sbattendo la porta”.

A sancire la fine del rapporto – che era nell’aria da mesi – ci sono le parole dell’agente Fali Ramadani: “La società e i dirigenti si sono comportati in maniera non professionale, perché la formazione la fanno i giocatori, e questo non è da Inter, un grandissimo club”. Insomma, addio ormai a un passo. Sempre la Gazzetta ipotizza un affare con la Fiorentina, il club che più di tutti ha cercato Jovetic in questi mesi, con l’inserimento del cartellino di Milan Badelj. “L’ideale sarebbe uno scambio di prestiti, con eventuali riscatti da discutere con maggiore calma al termine della stagione – si legge -. Va però detto che finora Corvino, uomo mercato dei Della Valle, ha sempre fatto intendere di voler subito monetizzare in contanti l’eventuale cessione di Badelj. Molto probabile che le parti si mettano attorno a un tavolo subito dopo il turno infrasettimanale (l’Inter sarà in campo mercoledì contro la Lazio, la Fiorentina 24 ore dopo contro il Napoli). Se non dovesse decollare la trattativa sul fronte viola, l’attenzione di Ramadani si sposterebbe all’estero (occhio alla Cina), dove Jovetic gode sempre di buona considerazione, grazie anche alle grandi prestazioni (con parecchi gol annessi) fornite in Nazionale, durante le qualificazioni a Russia 2018″.

I 17 minuti finale nel derby finito 2-2, quindi, potrebbero essere stati gli ultimi di JoJo con la maglia nerazzurra.

FONTEfcinternews.it