2012, la prima intervista di Dybala in Italia: quando sognava l’Inter

Per Calciomercato.com l’esplosione di Paulo Dybala (che oggi fa le visite mediche per la Juventus) non è una sorpresa. In Italia, fummo i primi a intervistarlo, quando ancora giocava nell’Instituto de Cordoba, nella ‘serie b’ argentina. Era il 15 gennaio del 2012, quando la Joya, allora poco più che diciottenne, ci rivelò i suoi sogni e descrisse le sue catteristiche tecniche.

CENTRAVANTI ATIPICO –Gioco al centro dell’attacco. Ma mi piace arretrare a giocare la palla e partecipare alla costruzione dell’azione – raccontò Dybala aCalciomercato.com -. Non sono il classico ‘9’ da area di rigore, anche perché il mio fisico non me lo permette. Mi piace partire dalle retrovie e stare a contatto con la palla, giocando a uno o due tocchi”. Parole che, come abbiamo modo di verificare dal suo arrivo al Palermo (estate 2012), corrispondevano al vero: le caratteristiche del classe 1993 sono proprio quelle.

‘SOGNO L’INTER’ – In quell’inverno a cavallo fra il 2011 e il 2012, prima che Maurizio Zamparini mettesse a segno il suo acquisto, la società italiana che si era mossa per prima, e con maggiore decisione, fu l’Inter (come ci confermò in quel periodo anche l’agente del giocatore).

Sempre in quell’intervista, Dybala ci confidò: “L’Inter la guardo sempre in televisione e sarebbe molto bello giocare insieme a tutti i campioni della rosa nerazzurra. E’ un grande club, dove tutti sognano di giocare. Se si presentasse la possibilità, non me la lascerei sfuggire”.

VA ALLA JUVE, CON L’INTER CHE CI RIPROVA, TRE ANNI DOPO – La storia successiva la conosciamo: Dybala va al Palermo, inizia male e poi esplode. E finisce alla Juventus, con l’Inter che fino all’ultimo tenta di inserirsi nella trattativa per acquistare un giocatore che tre anni fa poteva essere suo a cifre nettamente inferiori.

FONTEcalciomercato.com